Articoli

Non fare assunzioni

“Prima di entrare nelle scarpe di qualcun altro, ricordati di toglierti le tue.” 

Devan Capur

Tutti noi abbiamo una struttura mentale fatta di filtri attraverso la quale percepiamo e interpretiamo la realtà. Questi filtri si basano sulle convinzioni e le credenze che sviluppiamo durante la nostra vita, sin da quando siamo bambini. 

Questa struttura è vitale per la nostra esistenza; filtra l’enorme e continuo flusso di dati che assorbiamo attraverso i nostri sensi.

I problemi nascono quando confondiamo la nostra struttura con la verità. Ci chiudiamo dentro una bolla diventando ciechi alle infinite possibilità al di fuori di essa. I filtri diventano dei bias cognitivi, cioè degli errore sistematici che influenzano il nostro giudizio e le nostre decisioni.

Se le nostre conversazioni sono governate da questa mentalità, si creano facilmente conflitti e tensioni. Poiché supponiamo di conoscere la verità, la stessa ci risulta così ovvia che non possiamo capire perché gli altri non possano vederla. E ci ritroviamo in quella che Dave Gray nel suo libro, Liminal Thinking, definisce “battaglia delle ovvietà”.

Usiamo espressioni come “dovresti …”, “pensi …”.

Non possiamo davvero capire la prospettiva di qualcun altro fino a che non usciamo dalla nostra bolla.

Per avere davvero una conversazione creativa, costruttiva e ricca di significato, dobbiamo creare uno spazio sicuro e accogliente per l’altro. Dobbiamo insomma toglierci le nostre scarpe e non fare assunzioni.


All’interno di TheLab , il laboratorio virtuale di MentorLab, stiamo discutendo di bias cognitivi e in particolare del loro impatto nei processi di apprendimento e crescita. Se vuoi provare TheLab per 24 ore puoi registrarti direttamente qui oppure puoi contattarci qui , saremo felici di conoscerti e raccontarti questo nostro progetto.