Quale è il tuo indice E:E?

“Concordo con Schopenhauer sul fatto che una delle motivazioni più potenti che attirano le persone verso la scienza e l’arte è il desiderio di fuggire dalla vita di tutti i giorni.”

A. Einstein

Tutti attraversiamo molti momenti e situazioni negative nella nostra vita. Momenti in cui sembra che l’universo ci remi contro e l’unica cosa che vorremmo fare è fuggire dalla nostra realtà. 

In quei casi possiamo decidere di fuggire all’indietro, rifugiandoci nel puro intrattenimento per nasconderci da una realtà che non ci piace.  Purtroppo, questa opzione porta solo un piacere temporaneo poiché non cambia nulla nella nostra realtà.

Oppure, come ci suggeriscono Schopenhauer ed Einstein, possiamo scegliere di fuggire in avanti imparando e crescendo per costruire una nuova realtà attraverso l’arte e la scienza.

Ovviamente la vita di ognuno è complessa e davanti alle varie situazioni adottiamo di volta in volta atteggiamenti e comportamenti diversi. Ma come facciamo a capire se in generale stiamo fuggendo in avanti, se siamo fermi o se addirittura ci stiamo nascondendo andando all’indietro nella nostra vita?

Uno strumento semplice ce lo offre Brian Tracy, un noto imprenditore e formatore americano. 

L’indice E:E

L’indice E:E è un concetto molto semplice ma incredibilmente rivelatore. Le due E stanno per Education – educazione – e Entertainment – intrattenimento.  Sostanzialmente l’indice E:E mette a confronto la quantità di tempo e risorse che una persona dedica alla propria educazione rispetto a quelle spese per il proprio intrattenimento.

In questo caso con intrattenimento si intende appunto qualunque attività in cui spegniamo il cervello. Dal guardare la TV e navigare distrattamente sul web, andare agli eventi sportivi o partire per una vacanza. Cose che facciamo senza pensare o proprio con l’obbiettivo di non pensare affatto. Insomma, le fughe all’indietro.

Photo by freestocks.org on Unsplash

Con educazione ci riferiamo invece a tutte quelle attività che ci aiutano a crescere, a capire qualcosa in più di noi e del mondo, ad espandere la nostra consapevolezza e la nostra conoscenza. Le fughe in avanti.

L’indice E:E può quindi darci un’indicazione sul verso in cui ci stiamo muovendo. Calcolare quanto tempo e risorse dedichiamo all’educazione e all’intrattenimento può essere un esercizio dai risultati sorprendenti. 

Tracy ha scoperto che le persone di successo, cioè le persone che raggiungono i propri obbiettivi e hanno una vita gratificante, hanno un rapporto E:E che premia l’educazione rispetto all’intrattenimento.

Purtroppo, Tracy dice anche che dalle sue ricerche risulta che il rapporto E:E dell’Americano medio è di 1 a 50. Cioè una sola ora dedicata all’educazione ogni 50 ore spese in intrattenimento. In sintesi si potrebbe dire che spendiamo quasi tutto il nostro tempo a distrarre le nostre menti e pochissimo a nutrirle. Ora, non so quanto possa essere l’indice per l’Italiano medio, spero sia decisamente migliore, ma in ogni caso questo “indice” ci può aiutare a capire in che verso e con quale velocità ci stiamo muovendo.

Il nostro obbiettivo dovrebbe essere il miglioramento del nostro indice E:E per aumentare le nostre possibilità di realizzare i nostri sogni e migliorare la nostra realtá.

Ma come farlo?

Innanzitutto, chiariamo subito due cosa importanti. 

La prima è che l’obiettivo non è eliminare l’intrattenimento ma è identificare attività che aggiungono un valore significativo alla tua vita. Se sono anche piacevoli e divertenti, tanto meglio; sarà più facile iniziarle e sostenerle nel tempo. Pensiamo solo a viaggiare, se fatto consapevolmente è un’incredibile opportunità educativa. In fondo, se ripensi alle migliori esperienze che hai vissuto nell’ultimo anno cosa ricordi con più intensità? Molto probabilmente attività ed esperienze che ti hanno cambiato la vita e fatto crescere.

Il secondo punto è che dobbiamo fare anche attenzione affinchè l’educazione non diventi un’altra forma di intrattenimento. Rischio che corriamo ogni qualvolta l’educazione non porta all’azione e alla pratica.  Se smetti di guardare la TV per leggere un libro, ma poi non usi nella tua vita gli insegnamenti del libro, hai solamente intrattenuto il tuo cervello ma non hai fatto progressi reali. 

Calcola il tuo indice E:E

Il punto di partenza ovviamente è calcolare il rapporto fra educazione ed intrattenimento nella tua via. È piuttosto semplice e lo puoi fare seguendo i seguenti quattro passi:

  1. Porta con te carta e penna per un’intera giornata e registra il tempo che dedichi a ciascuna attività.
  2. Alla fine delle giornata, somma quanto tempo hai trascorso a educare te stesso attraverso libri, podcast, conversazioni, video informativi e altri metodi.
  3. Confronta quel numero con il tempo totale che hai trascorso in puro intrattenimento attraverso la TV, Internet, i giochi, i pettegolezzi.
  4. Dividi i minuti dedicati all’educazione e per quelli dedicati all’intrattenimento. Ad esempio se dedichi un’ora alla tua educazione e tre ore all’intrattenimento, il tuo indice E:E sarà 60:180, cioé 1:3. Il che, secondo Brian Tracy, ti metti fra le persone con ottime probabilità di avere successo.

Prova quindi a cambiare il tuo indice dando piú spazio all’educazione ed osserva quali cambiamenti porta nella tua vita.

MentorLab nasce proprio dalla convinzione che l’investimento sull’educazione sia la chiave per una vita piena e gratificante in ogni suo aspetto, sia sul piano personale che su quello professionale. E che un’educazione sia efficace tanto più porta ad agire e mettere in pratica nel quotidiano ciò che impariamo.  Per questo vogliamo offrire opportunità di migliorare il proprio indice E:E che vadano oltre la semplice conoscenza ma portino sempre ad azioni concrete.

Partecipa ad uno dei nostri prossimi webinar per scoprire di più sul programma Vocazione Mentore. A breve inoltre inizierá il programma I clienti che cerchi stanno cercando te con un’opportunitá unica per chi si iscrive entro il 31 luglio. Oppure puoi unirti a TheLab, il laboratorio dedicato in cui troverai altre persone che hanno deciso di muoversi in avanti investendo sulla propria educazione continua.

Se ti va, facci sapere il tuo indice E:E. Saremmo lieti di aiutarti a fuggire in avanti!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *